Palestra di Formazione dell’In-dividuo attraverso la Propedeutica alle Arti Performative

Il seguente articolo è tratto dall'ultimo saggio di Claudio Spadola sulla Biomeccanica del Performer. Il saggio è depositato e tutelato, ogni riproduzione anche parziale è vietata e perseguibile per legge.

Lo sviluppo dell'esere In-dividuo, cioè un essere non diviso nella percezione e gestione delle sue attività psicofisiche mentali ma integro e padrone di sè, necessità di un investimento maggiore nell'osservazione di sè da parte del partecipante ad un corso di formazione di tale padronanza attraverso le arti teatrali.

ANALISI e Scomposizione. Manutenzione e Meccanica delle parti

-Percezione, sentimento e analisi. Corpo, Cuore, Mente. Cervelletto e spina dorsale, Gangli addominali e Amigdala (cfr Lucangeli), cervello
-Coscienza di sé, dei vari sé e dei vari centri energetici e delle loro funzioni.
-Divisione dell’attenzione.
-Via negativa del togliere il superfluo delle attività dei vari centri per renderli organici, essenziali e funzionali, a partire da quello motorio.
("Quando lavoriamo su uno dei tre piani, non è necessario che anche gli altri lavorino… non pensare mai senza scopo, Non Fantasticare, Non sospirare. Occupa te stesso qui e ora nel corpo, togli tensioni superflue," in ALFRED RICHARD ORAGE, Risparmiare le energie)
-Coordinazione delle attività organiche dei vari centri a partire da quello motorio.
-Potenziamento del segnale trasmesso da ogni centro e pulizia, precisione e velocità di traduzione dei segnali attraverso il sentimento (il canale affettivo).
Non per nulla si dice, per le attività mentali: senso del bello, buon senso, dare senso, non senso, sensato etc., per quelle fisiche: sensi, sensoriale, etc quando in realtà è più corretto usare il termine percezione. Il sentire è proprio del sentimento, nel cui ambito ci sono le sensazioni, i presentimenti,

SINTESI e Composizione del nuovo essere indiviso. Meccanica dell’organizzazione della macchina e addestramento dell’individuo artista

-Raffinazione e condensazione dell’energia polifonica in ritmi o sapori energetici delle miscele dei flussi delle varie qualità di energia.
-Capacità di degustazione e memorizzazione corporea dei sapori o ritmi energetici condensati.
-capacità di ricostruzione del processo fisico, mentale e infine emotivo (causa) che ricrea quel preciso ritmo energetico (effetto).
-Capacità di incarnazione di un essere agente indotto dall’assunzione di un preciso ritmo energetico da parte dell’individuo artista.
-Capacità di reincarnazione a comando di più esseri anche in poco tempo.
-Calibratura e equilibratura in itinere. Capacità di riduzione o espansione dell’attività di una o tutte le parti della meccanica mantenendo la precisa corrispondenza al ritmo che le induce ad essere e agire o l’induzione matrice. Metamorfosi organica in itinere dello stesso personaggio.
Cfr esercizio Ripetere un gesto con diverse qualità di azione e quindi sensazioni e ritmi connessi, Riconoscimento delle periferie fisiche che traducono una qualità energetica, personalizzazione di un ritmo (di camminata) imitato fino a nuova creazione
-Capacità di coordinazione e montaggio parallelo tra ciò che individualmente sono (l’attore, il ludico con l’imprevedibilità del bios,) e ciò che dovrei essere (personaggio della linea principale e della linea trasversale, compito individuale, testo, prevedibilità della meccanica) creando l’attore che improvvisa col personaggio, cioè creando il personaggio in vita d’attore.
-Capacità di coordinazione e montaggio parallelo, (compito collettivo, ludico, d’ensamble) tra ciò che il personaggio in vita d’attore è in itinere e ciò che fa per l’altro improvvisando col partner (A2) in modo da portarlo da quello che il partner è per lui in quel momento a quello che dovrebbe essere per lui dopo (A1) e viceversa in modo da essere portato da quello che lui è per il partner in quel momento (A2) a quello che dovrebbe essere per il partner dopo (A1).
Ma qui siamo già in una dimensione ESPRESSIVA che può prevedere un testo da replicare A1 per il quale l’attore, risultato del lavoro propedeutico all’espressione, sarà la forza materiale, viva, il Bios resistente di A2, e la loro somma e lotta darà corpo alla performance dal vivo.

< >

SCONTO Entro 31/10

su tutte le rette mensili previo invio mail o colloquio

Corsi per Tutti i Livelli da 50€

Sconti e Rette Mensili

Corso di Regia, Analisi e Scrittura Scenica

Anche per Studiosi o Appassionati Uditori

Scuola per Performer e di Ricerca

Attori Danzatori Circo Musical

Paghi solo le Ore che Scegli di Studiare

Recuperi le Ore Perse

Video di Lezioni, Saggi e Spettacoli

Regie di Claudio Spadola

Lab Biomeccanica Week End Gennaio / Febbraio

Accademia di Mosca

Open Days 23/9-12/10

25 h di LABORATORI GRATUITI

Dove Siamo

La Palestra dell'Attore
Associazione Culturale

TRASTEVERE (Roma Centro):
Teatro Cantiere, Via Gustavo Modena 92.
MONTEVERDE (Roma Sud Ovest):
- Teatro Villa Pamphili,
VILLA DORIA PAMPHILJ, Largo 3 Giugno 1849 | (Via di San Pancrazio 10 - P.zza S. Pancrazio 9/a).
- Sede non didattica: Viale dei Quatro Venti, 31
.

Cell: +39 3469406001
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scuola di Teatro a Roma: Corsi, Laboratori per Tutti e Master di Aggiornamento Performer.